L’archivio storico Enel apre le porte per le giornate Fai di Primavera

0
327

 

Il 25 e 26 marzo saranno dei giovani “Apprendisti Ciceroni” a guidare i visitatori presso l’Archivio Storico Enel di Napoli, per un’apertura straordinaria dell’attuale sede di via Ponte dei Granili in occasione delle Giornate FAI di Primavera. Seguendo il percorso documentale e fotografico, sarà possibile ripercorrere le tappe della diffusione dell’energia elettrica in Italia, dalla realizzazione della prima centrale elettrica d’Europa, nel 1883 a Milano, all’arrivo dell’illuminazione pubblica elettrica nelle maggiori città del Paese, fino alla realizzazione dei grandi impianti idroelettrici e delle prime linee di trasmissione.

Il viaggio prosegue con la nascita di Enel, mostrando il contributo fornito allo sviluppo economico e sociale del Paese. Gli alunni del II, III e IV anno del Liceo Scientifico Elio Vittorini di Napoli, del Liceo Statale Pasquale Villari e del Galileo Galilei di Napoli saranno protagonisti dell’iniziativa nel ruolo di giovani guide, dopo una attività di formazione in cui hanno potuto ripercorrere, attraverso documenti, fotografie e strumentazione, la storia di Enel e dell’energia elettrica.

Il progetto si pone l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sulla “presa in carico” del patrimonio culturale, storico e artistico, di ampliare la consapevolezza intorno alle tematiche legate alla gestione di un Bene d’Arte e integrare conoscenze teoriche con una esperienza pratica altamente formativa.

Per partecipare alle visite guidate è necessario prenotare tramite la pagina http://www.faiprenotazioni.it/eventi.php?delegazione=Napoli

Le Giornate FAI di Primavera, oltre a essere un momento di incontro prezioso ed emozionante tra il FAI e le persone, sono anche un’importante occasione di condivisione degli obiettivi e della missione della Fondazione. Tutti possono dare il loro sostegno attraverso l’iscrizione annuale al FAI, oppure con un contributo facoltativo che verrà richiesto dai volontari all’ingresso del luogo aperto.

Il numero massimo dei visitatori per gruppo è di 15/20 persone con una durata di circa 30 minuti. Le visite saranno effettuate sabato 25 marzo dalle ore 9.00 alle ore 18.00 e domenica 26 marzo dalle ore 9.00 alle ore 14.00.