Le nocciole e i Luciano, tradizione di famiglia

0
608

Tutto ebbe inizio in un’epoca che ha i colori del  bianco e del nero. Dopo aver partecipato, come militare, alla guerra in Libia, Gaetano Luciano, classe 1885, tornò da Tripoli e fondò una ditta di esportazione. Incoraggiato dalle richieste di alcuni produttori di cioccolato, iniziò la lavorazione delle nocciole. Tra il 1938 ed il 1939 la Società delle Nazioni decretò l’embargo contro l’Italia di Mussolini, a cui non aderì la sola Germania. Ebbene in quel periodo la ditta Luciano produsse proprio per la Germania: grandi quantitativi di nocciole sgusciate per la produzione di cioccolato e oli per macchine da guerra; puree di frutta per la  produzione di marmellate; fibra autarchica ricavata dalle ginestre, per confezionare i vestiti estivi dei militari. Nel 1948 la ditta Luciano inizio’ la lavorazione della sgambatura e snocciolatura delle ciliegie.

Gaetano Luciano, fu insignito dal Presidente Einaudi dell’onorificenza di Cav. Uff. della Repubblica e fu nominato Presidente della commissione per la gestione dei beni  dell’Ente Comunale di Assistenza (E.C.A.). Mori’ nel 1960.

Fin dall’inizio, tuttavia, Gaetano fu incoraggiato ed aiutato nei suoi affari dalla moglie, Vincenza, e dai suoi figli. Il 15 gennaio 1958 i figli di Gaetano (Pasquale, Alfonso, Pietro, Antonio e  Nicola) si unirono alla società dando vita al nuovo brand “Fratelli Luciano”. Nel 1962 la “Fratelli Luciano” fu la prima azienda, nella zona di Napoli, ad usare un processo di produzione completamente meccanizzato. Fu, poi, la prima in Europa ad utilizzare fusti in polietilene quali contenitori di ciliegie in SO2.

Nel 1965, la ricerca di nuovi prodotti finiti a base di ciliegie, portò Nicola a capire l’importanza della produzione di ciliegie per cocktail. Questa nuova produzione rappresento’ una vera svolta per l’attività. Nel 1995, poi, ci fu ancora uno straordinario cambiamento nell’attività della famiglia Luciano. Tre giovani cugini,  incitati  dalla passione della famiglia per l’attività imprenditoriale, avendo in comune lo stesso nome “Gaetano” (in onore del nonno), supportati dagli zii Antonio ed Alfonso (Direttori Amministrativi) e dalla zia Filomena  (Dirigente Tecnico), introdussero ulteriori innovazioni tecniche nella società con un nuovo progetto: nacque così la nuova società “Luciano srl”.

Si tratta di una società che produce ciliegie per cocktail ed amarene. Oggi come in passato, i prodotti vengono venduti attraverso intermediari internazionali e sono esportati in tutto il mondo. Il tempo passa e la passione per questa attività si è trasmessa alla quarta generazione dei Luciano. In particolare il giovane Alfonso ha fondato una sua ditta individuale, nata nel 2018 con l’obiettivo di prendersi cura non solo di un prodotto tipico della zona, la nocciola avellana, ma anche del territorio in cui essa opera. Ma anche Federica, Lorenzo, Nicoletta, Alessandro, Alessia, Margherita e Pasquale stanno mostrando grande interesse per l’attività imprenditoriale della famiglia. Al punto tale che tutti insieme li ritroverete dal 14 al 16 ottobre, con un proprio stand, alla sagra della castagna e della nocciola, organizzata ad Avella, dall’associazione I Rami del Melo. L’occasione sarà propizia per gustare anche i loro prodotti.