Massimo Emanuelli Show, a confronto con lo studioso di cultura classica Pellegrino Caruso

0
526

Sarà il professor Pellegrino Caruso l’ospite della puntata del “Massimo Emanuelli Show” che andrà in onda lunedì 16 ottobre su Radio Free Live. Cesare Borrometi e Massimo Emanuelli dialogheranno con il docente avellinese che, come dice Massimo Emanuelli “spazia da Ovidio alla Carrà”.

Nato a Napoli il 23 febbraio 1974, docente di materie letterarie, latino e greco al Convitto Nazionale “Pietro Colletta” di Avellino, istituto al quale è particolarmente legato, essendone stato alunno. Presso l’Università degli studi di Salerno, ha conseguito prima la laurea in lettere classiche, con tesi di laurea in letteratura cristiana antica su “La regola di Benedetto da Norcia”, con ricerche presso la Biblioteca Statale di Montevergine (AV), poi il dottorato di ricerca in Filologia classica con una tesi di dottorato su “Richard Bentley, editore del I libro dei Carmina di Orazio”. Presso l’ateneo salernitano ha frequentato anche corsi di perfezionamento in “Didattica delle lingue e delle letterature classiche” ed in “Apprendimento, valutazione e tecnologie dell’istruzione”. Presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli ha frequentato il master in “Gestione e valorizzazione dei beni culturali”, con esperienze presso la Soprintendenza di Salerno e Avellino, utili all’allestimento della mostra digitale sulla Scuola Medica Salernitana. Appassionato di comunicazione, con esperienze radiofoniche e televisive, è direttore responsabile di “Eos”, giornale di istituto del “Colletta”, che ha costituito l’occasione di incontro e confronto con studiosi, scrittori, giornalisti e attori di fama nazionale.

Tutor ed esperto di “Progetti Pon”, ha affiancato i ragazzi in percorsi di coaching umanistico con la dott.ssa Emma Labruna e di corsi di giornalismo con Tiziana Urciuoli e Marika Borrelli. Con la collega Ornella Zen ha curato negli anni un laboratorio di enigmistica che ha ricevuto apprezzamenti da Alessandro Bartezzaghi, condirettore de “La settimana enigmistica”. Appassionato del pensiero di Francesco de Sanctis, ha collaborato attivamente con il Comitato per il bicentenario della nascita, presieduto dal Prof. Toni Iermano, chiudendo le celebrazioni del bicentenario della nascita proprio presso il Convitto Nazionale di Avellino, oggi diretto dal Prof. Attilio Lieto. Dal 2000 ha scritto per il “Corriere dell’Irpinia”, cartaceo ed on line, e per “Il Quotidiano del Sud”. soprattutto articoli di approfondimento socio-culturale. Referente presso il Convitto della “Notte nazionale del liceo classico” e membro del comitato nazionale dell’evento, presieduto dal Prof. Rocco Schembra , ha partecipato più volte anche ai lavori del Certamen Vergilianum Abellinense del Liceo “Publio Virgilio Marone” di Avellino, e del Certamen Horatianum presso il Liceo “Quinto Orazio Flacco” di Venosa. Il prof. ha da sempre una grande passione per lo spettacolo, soprattutto per Raffaella Carrà, artista che ha conosciuto personalmente, per cui si prevede una puntata che di certo farà ” Rumore”.