Maxi operazione, sequestrate ben 2.569.896 unità di prodotto

0
583

Nell’ambito delle molteplici iniziative finalizzate al contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale, il 18 luglio decorso, in tutto il territorio nazionale, si è tenuto un “ACTIONDAY”. I fenomeni della contraffazione, della pirateria multimediale e dell’abusivismo commerciale sono forme di criminalità economica che attirano sempre più gli interessi della criminalità organizzata, sottraggono risorse al mercato legale ed hanno ripercussioni sula sicurezza e, in alcuni casi, anche sulla salute dei cittadini. L’attività in argomentosi è svolta, mediante l’impiego di 11.200 operatori, in concorso con l’Arma dei Carabinieri, Corpo delle Guardia di Finanza, Polizia Municipale e nelle località marittime con le Capitanerie di Porto.L’Action Day dedicato alla lotta alla contraffazione ed all’abusivismo commerciale, che si affianca alle attività di prevenzione e contrasto che giornalmente vengono effettuate dalle Forze di Polizia, si è svolto nel contesto delle direttive del Ministero dell’Interno e del Piano Strategico Nazionale del Consiglio Nazionale Anticontraffazione ed è stato promosso dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza per il tramite della Direzione centrale della Polizia criminale, che hanno meticolosamente curato l’attività di “analisi e monitoraggio interforze.

Nel corso degli interventi effettuati sono state controllate 25.556 persone, tra queste 15 sono state arrestate, 886 denunciate e 1436 sanzionate amministrativamente. Complessivamente sono stati effettuati 622 sequestri penali e 1317 sequestri amministrativi. Le operazioni hanno condotto, in totale, al sequestro di un numero di articoli pari a 2.569.896 unità e di altri prodotti per un peso complessivo di 3.903 chilogrammi ed un ammontare di 595 litri. Particolare attenzione è stata altresì rivolta al commercio “on line”, che rappresenta un canale di immissione dei prodotti falsificati sempre più rilevante, dimostrato, infatti, all’oscuramento, in un solo giorno, di 51 siti internet e la rimozione di 57 contenuti web.
Per quanto concerne l’attività di monitoraggio e contrasto svolta nel capoluogo irpino e nei comuni sede di Commissariato distaccato e di giurisdizione delle altre Forze di Polizia, notevole è stato l’impiego di uomini e mezzi che il 18 luglio scorso hanno operato sul territorio, consentendo così di denunciare 12 persone, sequestrare 238 prodotti cosmetici nonché 362 confezioni di articoli per la casa e 346 articoli di materiale elettrico non conforme alle normative della Comunità Europea; controllare 28 attività commerciali di vario genere ed elevare 7 sanzioni amministrative nei confronti di altrettanti titolari sprovvisti della licenza di esercizio.