Monteforte, Giordano risponde a Napolitano: “Aderisco al Pd, nessuna incoerenza”

0
468

«Nel corso di quasi quattro anni questa amministrazione ha raggiunto risultati straordinari in tutti i campi. Abbiamo veicolato finanziamenti per milioni di euro senza creare deficit e ricorrere a mutui su un bilancio già appesantito da un importate disavanzo tecnico, che, al contempo, è stato quasi dimezzato. Siamo orgogliosi di aver portato avanti un progetto politico e amministrativo virtuoso, non facile ma sicuramente soddisfacente. Ci prendiamo il merito di aver intercettato fondi regionali, statali ed europei che cambieranno il volto della città.».

Poi, un passaggio sulle elezioni regionali: «Anche qui leggo una forzatura da parte di Napolitano: per sostenere un candidato alle prossime elezioni regionali mica ci si deve iscrivere ad un partito. Avrei potuto decidere di sostenere Maurizio Petracca anche senza aderire al Pd.»

Alla base del gesto di Napolitano, secondo quanto emerso dalla lettera protocollata Lunedì mattina, ci sarebbe l’adesione di Costantino Giordano – e di altri esponenti della maggioranza – al Partito Democratico di Monteforte. «Nella lettera abbiamo trovato una serie di contraddizioni – ha spiegato il Sindaco – io ho deciso di aderire al Pd senza influenzare la giunta e il consiglio comunale, tant’è che solo alcuni dei membri della mia maggioranza hanno deciso di tesserarsi, dopo aver svolto riflessioni esclusivamente personali e non influenzate dal sottoscritto. Il percorso politico che ho avviato in passato ha sempre avuto una natura moderata, le mie posizioni centriste hanno trovato una espressione coerente all’interno di un centrosinistra ampio, in un perimetro adeguato qual è quello del Partito Democratico, partito con cui – già ai tempi della composizione della lista (2016, ndr) – trovammo un accordo. Non vedo dunque, come possa venir meno la logica del progetto iniziale di Monteforte Si può. E’ lui (Napolitano, ndr) che sta snaturando il progetto civico perché mette l’accento sui contenuti politici.»

«La spiegazione data sulla sua indipendenza suscita più di un dubbio – conclude Giordano – non essendoci eccezioni sull’operato dell’amministrazione. Ad oggi non ho avuto modo di avere un confronto con lui, mi auguro che nel rispetto istituzionale e dei rapporti umani questo possa avvenire e che le comunicazioni non avvengano sempre tramite la stampa. Nel caso contrario, si tratterebbe di assenza di rispetto verso la cittadinanza.».

..