Novellino: “Fortificati da Cittadella, vedremo la luce”

0
918

Conferenza stampa di giovedì per Walter Novellino, che ha anticipato di un giorno l’appuntamento con la stampa considerata l’udienza di primo grado per il caso Catanzaro che si terrà domattina a Roma. “Ci fortifica il risultato importante ottenuto a Cittadella – ha esordito il tecnico -. La prestazione del primo tempo non mi è comunque piaciuta. Affrontiamo una squadra che ha cambiato allenatore, che ha voglia e temperamento. L’Avellino ha dimostrato di saper stare in campo e di voler giocare la sua partita. Ci serve coraggio, perché le capacità di fare la partita ce le abbiamo. Ci siamo allenati bene e credo che potremo fare una partita buona, sul piano caratteriale e tecnico”.

Sui singoli: “Alcuni elementi hanno problemini fisici, domani capiremo di più. Ho questi calciatori a disposizione, li alleno sempre allo stesso modo e penso che anche le riserve possano giocare al meglio. Ardemagni ha un problema al pube, sta curandosi per poter stare meglio. La squadra non ha le palle? Non è così. Ha avuto delle difficoltà e si sta riprendendo alla grande. Ci sono state delle sanzioni eccessive, a cui avremmo dovuto prestare maggiore attenzione. Non è necessario prendere ammonizioni ed espulsioni per far capire di essere cattivi“.

Sull’avversario e sul processo: “Tutte le partite hanno delle insidie, ma dobbiamo pensare a noi. Ho recuperato calciatori importanti e abbiamo le possibilità per fare bene. Preoccupiamoci di noi e non dell’Ascoli. Al processo non pensiamo, la nostra attenzione è al campo. Pensiamo all’Ascoli, al processo penserà la società. Il presidente Taccone è venuto ad incoraggiarci per la partita, senza parlare di altre cose. E’ stato importante per noi“.

Su Cosmi: “Siamo grandi amici, parliamo molto, ci confrontiamo. E’ una persona intelligente. I tifosi dell’Ascoli? Hanno la memoria corta”.

Sul rapporto con i tifosi biancoverdi: “A Cittadella c’è stato un segnale importante, la Curva Sud ha chiamato i calciatori sotto al settore, è stata una cosa bellissima. Stiamo rivedendo la luce”.