Piattaforma logistica: Spera: io “sindaco barricadero”, invoco attenzione e giustizia

0
324

«Dopo una delle ultime riunioni dei sindaci dell’Area Vasta, abbiamo prodotto una documento indirizzato alla regione Campania, ai ministri Piantedosi, Fitto e Salvini ed al presidente del Governo Meloni quale ultimo tentativo di ottenere risposte certe e concrete in riferimento ai fondi per la “Piattaforma logistica”. Dopo di che rappresenteremo congiuntamente o anche singolarmente ed in varie forme, civili, legali, dignitose, tutto il nostro dissenso per informare l’opinione pubblica sullo scippo perpetrato ai danni del nostro territorio».

Così il sindaco di Grottaminarda, Marcantonio Spera che interviene ancora una volta sulla questione “fondi Piattaforma logistica” e coglie l’occasione per replicare alle affermazioni del capogruppo di minoranza, Vincenzo Barrasso.

«Abbiamo qualche piccola speranza, come ho detto in uno degli ultimi comunicati stampa – aggiunge Spera – così come abbiamo una speranza rispetto a quello che io ho definito “l’uomo della provvidenza”, il governatore De Luca, il quale ha promesso che, nel caso in cui non venissero trovati i fondi ministeriali o del Pnrr per la Piattaforma logistica, lui si sarebbe adoperato attraverso i fondi di “Sviluppo e Coesione”.

Noi sindaci dell’Ufita, siamo attenti e ci leghiamo a queste promesse. Ed io credo di essermi adoperato tanto anche singolarmente. Sto in trincea da mesi su questo argomento e mi dispiace che il consigliere del mio comune, Vincenzo Barrasso, abbia asserito il contrario in un’intervista, sostenendo che vi sia confusione, incompetenza. A mio avviso il confuso è lui che dice tutto ed il contrario di tutto e non segue con attenzione le vicende. Purtroppo il consigliere Barrasso è ossessionato dalla mia persona e mi chiedo quando capirà che sta facendo del male a sé stesso e a Grottaminarda.

Ritengo – prosegue il sindaco – che le dichiarazioni di Barrasso siano, come sempre, denigratorie, fuori luogo, che scaturiscano dal suo consueto atteggiamento negativo nei confronti dell’amministrazione, della mia persona, che non sono supportate da una verità storica poiché i fatti dicono che sono un “sindaco barricadero” che reclama attenzione e giustizia per la nostra comunità, per non cedere alla tragicità di un definanziamento della Piattaforma logistica.

Ulteriore riprova di quanto affermo e che nell’incontro di ieri mattina a Napoli con il Governatore De Luca e con il presidente della Commissione Trasporti, Cascone, abbiamo affrontato questo problema ed io in qualità di referente del Comitato Tecnico di Indirizzo del Masterplan della Valle Ufita, (Decreto quale riconoscimento sul campo) mi sono ancora una volta adoperato per tenere alta l’attenzione sull’opera strategica a servizio della Stazione Hirpinia».

E precisazioni arrivano anche dall’avvocato Rocco Barrasso, dello Staff del Sindaco, neo vicepresidente del Consorzio del Piano di Zona Sociale:
«È necessario intervenire, perché inopportunamente chiamato in causa, sulle ultime dichiarazioni, a mezzo stampa, dell’esponente dell’opposizione in consiglio comunale a Grottaminarda il quale mistifica le mie dichiarazioni decontestualizzandole. La mia dichiarazione era in riscontro ad una sua affermazione di adoperarsi per la Piattaforma logistica. All’epoca tenni a precisare, cosa che ribadisco ancora oggi, che il Comune non ha alcuna competenza sull’opera come si voleva far credere.
Il Comune ha il dovere morale di agevolare ogni forma di intervento sul proprio territorio al fine di offrire migliori servizi, cosa che sta facendo il Sindaco Spera. È sotto gli occhi di tutti che gli enti che si muovono sull’opera sono di livello superiore e che sono in atto vari tentativi di scippare l’opera. Il Sindaco Spera riesce a tenere alta l’attenzione sull’argomento. L’opposizione spesso cita miei pensieri, questo mi lusinga ma gradirei che avvenisse in modo appropriato e non in modo strumentale».