Sinistra Italiana Avellino, Montefusco: “Qui non è possibile replicare modelli di coalizione sperimentati altrove”

Hanno preso parte al dibattito Noemi Aurisicchio, Amalio Santoro e Roberto Montefusco

0
392

Programmi e alleanze, questi i temi al centro della conferenza stampa organizzata dai vertici di Sinistra Italiana Avellino presso il Circolo della Stampa. Hanno preso parte al dibattito Noemi Aurisicchio, Amalio Santoro e Roberto Montefusco.

Quest’ultimo ha chiarito la posizione di Si nel percorso che traghetterà la città capoluogo alle nuove elezioni amministrative del prossimo anno:

Segnaliamo la necessità di rilanciare lo sforzo per creare una coalizione progressista che possa candidarsi seriamente a candidarsi e cambiare la città di Avellino. E’ necessario fare chiarezza sul perimetro delle alleanze. In questi giorni abbiamo ascoltato dichiarazioni, proposte di allargamento. Affermiamo però, con chiarezza, che ad Avellino non è possibile replicare modelli sperimentati in altre zone della Campania. Italia Viva sta scivolando verso destra e sul piano locale ha sostenuto anche la candidatura di D’Agostino alla provincia. Quella proposta di allargamento andrebbe a ridimensionare la coalizione e metterla in difficoltà. Occorre costruire un’ipotesi di cambiamento“.

Ha poi concluso: “Le sommatorie molto spesso è la scorciatoia che non ti porta a creare un progetto credibile. Le coalizioni si fanno tra parti diverse ma che si ispirino a un’idea anche nazionale. Il risultato delle primarie che hanno portato alla vittoria di Elly Schlein deve far pensare a una nuova idea di cambiamento“.