Studi danteschi, l’ultimo libro di Ettore Donadio presentato a Napoli

0
299

STUDI DANTESCHI l’ultimo libro di Ettore Donadio sarà presentato a Napoli presso la Libreria La Nuova Contro Corrente. Un libro in cui l’autore centra l’obiettivo di poter  celebrare il Sommo Poeta, tra riflessione e l’attenzione di canti specifici che già in passato sono stati oggetto di grande interesse e di particolare apprezzamento da parte di critici e di studiosi. Prenderanno parte alla cerimonia la professoressa Marianna Guida ( docente di italiano nei licei), che relazionerà sulle celebrazioni per il settimo centenario della morte di Dante Alighieri, evidenziando l’occasione davvero eccezionale e meritevole per ricordare a tutti gli italiani giovani e meno giovani, la figura del sommo poeta non solo a livello nazionale ma anche nella pagina della cultura internazionale. Interverrà la giornalista e scrittrice Filomena Carrella che non solo vestirà i panni della moderatrice, ma leggerà anche alcuni passi del canto XXXI dell’Infermo ‘Ove tratta de’ giganti che guardano il pozzo de l’inferno, ed è il nono cerchio’ ed il canto XIX del Paradiso ‘ Nel quale li spiriti ch’erano ne la stella di Iove insieme conglutinati in forma d’aguglia, ad una voce solvono uno grande dubbio, e abominano e infamano tutti li re cristiani che regnavano ne l’anno di Cristo MCCC’ riproposti dall’autore  in maniera più attuale e quindi maggiormente coinvolgente. Sarà presente alla cerimonia oltre all’autore Ettore Donadio, l’editore Carmine Golia. Il libro si apre con un dedica molto significativa ‘ Al mio amico giornalista Pietro Golia’. La pubblicazione di questo testo è stata fortemente voluta dall’autore anche per ricordare il giornalista e conduttore televisivo ed editore Pietro Golia, fratello dell’editore Carmine. Una casa editrice che continua il suo progetto di cultura rinnovandosi e portando avanti tutte le forme di libertà letterarie nel nome dell’arte e della letteratura italiana. Sabato 12 giugno alle ore 17,30 presso la libreria La Nuova Contro Corrente a Via Carlo De Cesare, 11. Napoli. L’evento è stato organizzato tenendo presente tutte le norme anticovid, nel pieno rispetto della persona, degli spazi e delle regole del saper vivere.