Vignola festeggia con gli amici le due Medaglie di Bronzo a Re Panettone Milano 2018

0
975

I premi dicono poco del “talento” e soprattutto del grande cuore di Raffaele Vignola. Titolare dell’omonima pasticceria da ben tre generazioni, che insieme alla moglie Michela Caiafa, e decoratrice della pasticceria, portano avanti con orgoglio la tradizione. Il voto che si è aggiudicato durante la gara è di 90/100, scusate se poco! Il suo è un panettone senza sé senza ma. Grande soddisfazione, non solo per il maestro pasticciere ma per l’Irpinia tutta. Fiore all’occhiello di ogni maestro pasticciere, i lievitati, sono un banco di prova per ogni artigiano. Anche in questo, il grande cuore di Raffaele emerge, dedicando con la sua arte attenzione alla regione Liguria, la cui cittadinanza è stata devastata dal crollo del ponte Morandi. Il maestro ha dedicato un panettone, Omaggio a Genova, con cui è salito sul podio nella categoria innovazione, regalando una speranza, perché parte del ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Questo e tanto altro lo sfondo della serata che si appresta a farci vivere la Pasticceria Vignola, con una degustazione dal sapore natalizio non dimenticando la sua terra, l’Irpinia, attraverso i colori, i profumi e i sapori che Raffaele ha ben tramato nei suoi panettoni artigianali. Con gli amici e i produttori che lo sostengono e lo appoggeranno sempre, la famiglia Vignola, vuole brindare e festeggiare questo meraviglioso successo a Re Panettone. Sarà l’occasione per toccare con mano l’arte del fare il panettone, senza segreti ma tanta esperienza.

Raffaele da sempre attraverso la sua arte pasticcera ha promosso l’Irpinia e i suoi artigiani con i loro prodotti, quali il Salumificio Biancaniello, Carmasciando, Cantine Caggiano, Antico Castello, Caseificio del Principato, Gb Agricola, Fontana Madonna, oggi ingredienti a pieno titolo della sua collezione di panettoni artigianali che di anno in anno è sempre più lunga, per la serata saranno all’assaggio: Pan Olio con il Ravece, Fichissimo con i fichi di San Mango, Pan Vino con il fiano Bechàr, Pan Mimì inusuale ed esotico, Omaggio a Genova, Dolce Linda dedicato alla figlia ai frutti di bosco e burro di bufala. A chiudere il percorso sensoriale prima e gustativo dopo il mitico Gastronomico Irpino, con i salumi tipici della tradizione irpina. Vorrei sottolineare che Raffaele Vignola, da una scadenza di 30gg ai suoi lievitati, al fine di goderne a pieno la fragranza e la bontà del prodotto, indice di onestà e trasparenza. Ci accodiamo ai tanti applausi e tanti ancora lo aspettano per la sua carriera pasticciera in ascesa.