Fermate due persone con oggetti atti ad offendere

0
581

I Carabinieri della Compagnia di Baiano hanno denunciato un 20enne ed un 40enne, ritenuti responsabili di Porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Nel corso di un servizio perlustrativo, finalizzato alla verifica del rispetto delle misure urgenti imposte dal Governo per il contenimento della diffusione del Covid-19 ed alla prevenzione dei reati in genere, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, avendo notato un anomalo atteggiamento nell’uomo fermato a Monteforte Irpino alla guida di un’auto, decidono di approfondire l’accertamento. E all’esito di perquisizione personale e veicolare hanno rinvenuto un coltello a serramanico: opportunamente interpellato, l’uomo (già gravato da precedenti di polizia) non ha fornito un valido motivo che ne giustificasse il porto.

Ravvisando profili di illiceità nella situazione riscontrata, oltre al sequestro del coltello, per il 40enne è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per il reato di cui all’articolo 4 della legge 18 aprile 1975, n. 110.

Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato denunciato anche un 20enne del Mandamento Baianese, noto alle Forze dell’Ordine: fermato alla guida di un’auto, a seguito di perquisizione è stato sorpreso nell’illecito possesso di tre roncole che sono state sottoposte a sequestro.