Il Cimarosa apre le sue aule

0
420

Al Conservatorio di Avellino si torna in aula. Il provvedimento, a firma del Presidente Luca Cipriano e del Direttore Carmelo Columbro, definisce le nuove disposizioni organizzative a partire da oggi, 1 settembre 2020, e fino al prossimo 31 ottobre.

I docenti potranno scegliere se svolgere le lezioni in modalità on line oppure in presenza. Spetterà, poi, al Direttore stabilire ed autorizzare l’organizzazione delle attività in presenza di esami, tesi di laurea, esercitazioni e lezioni.

A partire da giovedì 3 settembre si sosterranno gli esami dei corsi, mentre secondo il calendario proposto dal Consiglio Accademico e stabilito dal Direttore, dal 14 al 24 settembre si terranno, in presenza, gli esami di ammissione.

Le prove curriculari e gli esami finali, a discrezione del docente, si potranno svolgere sia in modalità on line che in presenza.Il Consiglio Accademico ha anticipato al 14 di settembre l’inizio della sessione autunnale, che si concluderà il giorno 31 ottobre. Mentre dal 15 ottobre al 31 ottobre si svolgeranno, con le stesse modalità, gli esami finali.

Aule aperte anche per le attività didattiche. Nel rispetto delle misure anti-Covid ne sono state individuate 16, che potranno accogliere un numero massimo di 6 persone per ambiente, garantendo il distanziamento interpersonale e con l’obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata delle attività, oltre all’Auditorium (con capienza massima di 50 e obbligo dimascherina).

Confermato lo smartworking al 50% per gli uffici amministrativi. Quanto alla segreteria didattica sarà aperta al pubblico nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 11:00 alle ore 12:00, con accesso agli uffici consentito esclusivamente una persona alla volta. Mentre la Biblioteca resterà aperta all’utenza nelle giornate di martedì e giovedì, dalle ore 9:00 alle ore 15:00.

Nel rispetto delle misure anti-Covid l’accesso al Conservatorio continuerà ad essere consentito esclusivamente dall’ingresso principale, con obbligo di sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea con l’ausilio di dispositivi digitali, utilizzo costante della mascherina e rispetto del distanziamento fisico.

«La riapertura, seppur parziale, delle aule è un segnale di ripresa. Come abbiamo fatto in questi mesi continuiamo a mantenere attivi i servizi per gli utenti e gli studenti. L’attenzione sul fronte della sicurezza resta alta, ma era doveroso riorganizzare le attività, soprattuttoquelle accademiche che per noi, ma soprattutto per i nostri studenti, sono la priorità», hanno dichiarato il Presidente Luca Cipriano ed il Direttore Carmelo Columbro.