Kalos 2020, trionfa l’irpino Vella

0
465

Si è svolta domenica a Tollo ( Chieti ) la serata di galà del premio Kalos 2020 per l’arte e la letteratura, considerato uno dei piu’ importanti d’Italia. Dopo diversi rinvii, causa covid, organizzatori e premiati si sono ritrovati nella splendida scenografia del teatro all’aperto “Giovanni Falcone” alla presenza del Sindaco Angelo Radica, del consigliere delegato alla cultura Massimo Di Pietro e del consigliere regionale Silvio Paolucci.
Una serata caratterizzata da un susseguirsi di emozioni e di applausi per i protagonisti della manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale Irdidestinazionearte e dal prof. Massimo Pasqualone per ritornare ad incontrarsi e dare un po’ di speranza in un momento difficile per tutti . Durante la serata hanno ricevuto un riconoscimento molti artisti e letterati ma anche personalità nazionali ed internazionali che si sono distinti in vari campi, tra cui poesia, giornalismo, arte, politica, sociale, saggistica, musica e imprenditoria.Tra questi anche l’avellinese Generoso Vella, artista e promotore culturale , a cui è stato assegnato il premio alla cultura .
”L’arte – ha dichiarato Vella nel suo intervento – è una faticosa conquista e un atto d’amore. Diceva Lucio Fontana che l’arte è una manifestazione dell’intelligenza dell’uomo e non esistono limiti, necessita’ e ragioni per fare arte. L’unica libertà e’ l’intelligenza. Propongo dunque uno sforzo da parte di tutti nel trasformare il trambusto delle nostre esistenze nella ricerca della bellezza e , attraverso l’arte, a raggiungere la profondita’ e l’essenza delle cose”.
Classe 1986, il suo curriculum vanta un’intensa attivita’ artistica e giornalistica, collaborazioni con giornali, critici, curatori, musei e associazioni e diverse partecipazioni a mostre locali , nazionali e recentemente anche all’estero. E’ inoltre, moderatore in convegni e simposi artistici e curatore di diversi eventi artistici e culturali con i quali anima la scena culturale della città di Avellino e della Provincia, con sempre maggior incisività e professionalità. Alcune sue opere sono pubblicate in copertina ai volumi dell’editore Franco Angeli e un suo testo critico è stato tradotto in greco e in inglese. Dal 2017 è presidente dell’associazione culturale ”Nel segno dell’arte” e nel 2019 ha ricevuto il Premio Pabula Amoris per l’arte a Ravello.
Attualmente espone alla mostra ” Mail art Underground ” nel Museo Archeologico di Perugia e a settembre nel Castel dell’Ovo di Napoli nella terza edizione della collettiva ” Il senso del sacro” promossa dall’Arcidiocesi di Napoli.
Il Premio Kalos 2020 cala il sipario con numeri da record come 70 artisti , 200 scrittori , 16 componenti della giuria , 22 premi alla cultura e un catalogo con 91 artisti che sara’ presentato anche a Dubai.