La poesia del giorno. Memento di Armando Saveriano

0
447

MEMENTO

23 XI 1980

E quando s’imbevve di sangue la luna
e quando s’abbassò
disco di fiamma la luna
così prossima alla Terra
nata di novembre a sera
di malanotte genitrice a sua volta
Quando i cani l’aria sferzarono
coi latrati e le code
e da sé il cielo strappò
velo di misericordia
Pietre reclamò e densa onda di polvere
ocra
l’Angelo Sterminatore
quando volle per oscuro mandato
che i Titani dei Visceri Fondali
scrollassero i pilastri del Tempo Ultimo
e da un’unica gola prorompesse
senza più requie
la Morte
Non vogliamo ricordare
la facile dimenticanza è dolce al palato
dei più
Ma la disperazione
esacerbata dalla paura
e un triste presentire
i destini d’un’umanità spoglia di riscatto
è vento acido che frusta
Oggi

Armando Saveriano – 20 XI 2020