La sfida della Cgil per il nuovo statuto dei lavoratori

0
377

 

La Cgil di Avellino terrà venerdì 12 Febbraio, con inizio alle ore 9.30, un incontro dei delegati, del direttivo CGIL, dei direttivi delle categorie e delle assemblee generali elette, con Serena Sorrentino, della CGIL Nazionale, per discutere della Carta dei Diritti dei Lavoratori.
L’incontro si terrà presso il Centro Sociale di Avellino, Samantha Della Porta, in via Morelli e Silvati.
Sarà Serena Sorrentino, dopo aver introdotto i lavori, a confrontarsi con i lavoratori, i quadri d i delegati della CGIL e di tutte le categorie, sull’iniziativa lanciata dalla CGIL Nazionale e coniugata a livello territoriale dalle Camere del Lavoro.
“L’incontro di venerdì rappresenta – dice il segretario organizzativo della Camera del Lavoro di Avellino, Antonio Famiglietti – una prima verifica intermedia sul lavoro fin qui svolto in Irpinia in questa importante sfida che la CGIL ha messo in campo. Sono già state numerose le assemblee tenute con i lavoratori, nei luoghi di lavoro. Tutti i settori sono stati coinvolti e molti altri appuntamenti sono in programma. In questi giorni c’è stato il coinvolgimento del comparto delle comunità montane mentre proseguono gli incontri nell’edilizia, nell’agro alimentare, nei trasporti. Le maggiori aziende irpine sono state coinvolte ed altre saranno interessate dalle assemblee già convocate. La Carta di diritti dei lavoratori – osserva Famiglietti – costituisce un elemento fondamentale in aree geografiche come quella irpina, caratterizzata oltre che da una strutturale sofferenza del mercato del lavoro, dal costante attacco ai diritti dei lavoratori, in un periodo storico dove le tutele sono sempre di più messe in discussione. L’interesse dei lavoratori – dice il segretario organizzativo CGIL – mostrato ai temi introdotti dalla Carta dei Diritti ci convincono che la sfida lanciata dalla CGIL viene giorno dopo giorno apprezzata e sostenuta. Si ritorna a parlare di diritti dopo una stagione di provvedimenti che hanno mortificato il lavoro ed i lavoratori. Tutele e diritti sono al centro della proposta contenuta negli articoli della Carta e riguardano riposo, maternità, equo compenso, ammortizzatori sociali, per tutte le tipologie contrattuali. La novità, inoltre, è data anche dal confronto diretto con i lavoratori, destinatari e primi attori dei contenuti dello strumento. Intendiamo – conclude Famiglietti – apportare il nostro contributo alla azione della CGIL nazionale, affinché, come previsto, la Carta diventi il nuovo Statuto dei Lavoratori, con tutti gli effetti di legge”.