Metropolitana leggera, Sibilia (M5S) interroga il ministro Delrio

0
492

 

Il deputato del Movimento Cinque Stelle Carlo Sibilia, primo cofirmatario Michele Dell’Orco sempre del M5S, ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, sul progetto di realizzazione della cosiddetta metropolitana leggera di Avellino. Nell’interrogazione, tra le altre cose, si legge: “Il progetto ha visto la luce nel lontano 2005 e prevedeva un sistema filoviario lungo 11 chilometri, con una distanza media tra le fermate di circa 300 metri (per 36 fermate in totale) e con un passaggio – ogni sei minuti nelle ore di punta – di undici veicoli a emissioni zero, capaci di trasportare ognuno circa 70 persone e dotati di pianali ribassati per l’accesso ai disabili; l’opera, per cui è stato previsto un investimento di circa 24 milioni di euro, il 60 per cento provenienti dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e il 40 per cento dei fondi europei, non è stata ancora realizzata nonostante siano trascorsi più di 10 anni; l’attuale tragitto dovrebbe andare dalla rotonda di borgo Ferrovia a rione Valle, andata e ritorno, passando per via Francesco Tedesco, via Circumvallazione, via Guerini, via Testa, piazza D’Armi, via Colombo, via Cavour. In via Roma i veicoli, il cui costo complessivo ammonta a 6,5 milioni di euro, si sganceranno dai fili elettrificati per proseguire, grazie a un motore a diesel, fino a piazza Castello”. Il deputato Carlo Sibilia scrive ancora: “Nonostante le dichiarazioni pubbliche di imminente completamento dell’opera, salvo poi i continui slittamenti della data, ad oggi mancano tutti gli elementi di corredo come le pensiline e i pannelli informativi alle fermate, mentre la posa della palificazione è avvenuta in maniera selvaggia in tantissime arterie cittadine, creando non solo disagi ai pedoni e alla mobilità delle persone diversamente abili lungo i marciapiedi, ma anche preoccupazioni ai proprietari di appartamenti che si sono visti installare i pali a distanza di poche decine di centimetri dai balconi con il rischio di un aumento dei furti nelle case più facilmente raggiungibili”. Sibilia ricorda che lo scorso 29 aprile ha presentato al sindaco di Avellino “una richiesta di sospensione dei lavori della metropolitana leggera per motivi di sicurezza al fine di avviare una seria riflessione sulla installazione dei pali e rimediare a scelte discutibili che stanno creando malumori nei cittadini avellinesi”. Il deputato conclude chiedendo “se il Ministro interrogato sia a conoscenza dei fatti, quale sia il costo dettagliato di quel 60 per cento del finanziamento posto a carico del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, e se non ritenga opportuno – per quanto di competenza – porre in essere ogni iniziativa per concludere una vicenda che dura da oltre 10 anni”.