Monteforte, al via la distribuzione di mascherine per i più piccoli

0
571

Partirà Mercoledì mattina, a Monteforte Irpino, la distribuzione delle mascherine destinate a bambini e adolescenti dai 4 ai 16 anni, messe a disposizione gratuitamente dalla Regione Campania.

Tramite i volontari della Protezione Civile e altre associazioni di volontariato, il Comune di Monteforte Irpino si occuperà di distribuire le mascherine individuando come punto di ritiro il parcheggio dell’Ospedale di Via Legniti.
I destinatari individuati sono i bambini dai 4 agli 8 anni (nati tra il 01/01/2012 e il 31/12/2016) e gli adolescenti dai 9 ai 16 anni (nati tra il 01/01/2004 e il 31/12/2011).

Il ritiro avverrà secondo le seguenti modalità: Mercoledì 13 Maggio potranno ritirare le mascherine gli aventi diritto con cognome dalla lettera A alla D; Giovedì 14 Maggio quelli con cognome dalla E alla M; Venerdì 15 quelli con cognome dalla N alla Z. L’orario di apertura del presidio, per tutti è tre i giorni, è 9-13 e 15-19.

Tutti coloro che saranno impossibilitati a raggiungere il punto di ritiro nei giorni indicati, o che dovessero aver bisogno di ulteriori informazioni, possono rivolgersi allo 0825 753038.
«Ringraziamo la Regione Campania per aver messo a nostra disposizione queste mascherine e aver dimostrato forte sensibilità verso la fascia dei giovani e giovanissimi – ha dichiarato il Sindaco, Costantino Giordano – riteniamo che, con l’allentamento delle misure restrittive che avverrà dalla prossima settimana, fornire Dpi ai ragazzi fosse qualcosa di veramente importante.»

Dello stesso parere Angelo Piciocchi, Assessore con delega – tra le altre – alla Protezione Civile: «Grazie alla Regione e ai volontari della Protezione Civile che ci aiuteranno nella distribuzione dei DPI. La raccomandazione che facciamo a tutta la cittadinanza è quella di non creare assembramento presso il punto di ritiro: abbiamo spalmato in tre giorni la distribuzione proprio per evitare che si creasse calca all’esterno del parcheggio. Confidiamo nel buon senso di tutti e siamo sicuri che tutto andrà bene.»