Pratola, l’aula consiliare diventa Falcone-Borsellino. Omaggio anche al Comandante dell’Arma De Cicco

0
238

 

La Sala Consiliare del Comune di Pratola Serra da ieri si chiama ufficialmente sala Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.”che persero la vita a causa del loro impegno in difesa delle istituzioni democratiche, divenendo simbolo della lotta contro la mafia e la criminalità organizzata”. Una doppia occasione per la Commissione straordinaria anche per salutare i cittadini dopo un anno e mezzo di attività, in vista delle elezioni comunali di questa domenica con la scelta del nuovo sindaco.

Una iniziativa fortemente voluta dalla triade commissariale formata da Gaetano Tufariello, Florinda Bevilacqua e Giuseppe Mingione in un paese particolarmente attenzionato in queste ultime settimane dalle forze dell’ordine per consentire il regolare svolgimento delle operazioni elettorali di domenica 27 novembre.

Un percorso che ha visto coinvolta l’intera cittadinanza attraverso una consultazione popolare on-line, alla quale ha fatto seguito l’approvazione della proposta da parte del Prefetto di Avellino e che si inserisce tra le numerose azioni intraprese dalla gestione commissariale per il risanamento dell’ente e il generale ripristino della legalità sul territorio.

Contestualmente i Commissari hanno voluto riconoscere il lavoro di controllo sul territorio da parte del Comando locale dei Carabinieri, in primis con il Comaandante Giovanni De Cicco , insignito di un attestato di civica benemerenza “per l’opera meritoria nei confronti della cittadinanza e la collaborazione prestata al lavoro della Commissione prefettizia”.