Rifiuti, sull’affidamento intesa tra Ato e Provincia

0
131

Irpiniambiente passerà all’Ato, che affiderà in house il servizio di gestione rifiuti ad una altra società, una newco, che assorbirà gli operai della provincializzata.

Sono d’accordo, almeno per ora, il presidente della Provincia, Rino Buonopane e Vittorio D’Alessio, presidente dell’ente d’ambito che si occupa dei rifiuti, che hanno avuto ieri un primo confronto a Palazzo Caracciolo, e giovedì prossimo, ore 15.30, si rivedranno alla presenza dei liquidatori dei precedenti consorzi di smaltimento rifiuti. Il tempo stringe, perché se l’Ato non fa l’affidamento potrebbe intervenire la Regione e decidere. E’ stato proprio Buonopane che ha annunciato la necessità di cronoprogramma. Per D’Alessio, “c’è una convergenza nelle volontà dell’Ato di risolvere subito la questione della gestione integrata dei rifiuti. Dopo stasera i tempi saranno sicuramente molto più celeri. Speriamo di avere subito le autorizzazioni. Perché al di là della volontà dei due enti c’è un percorso da fare per le richieste di autorizzazioni indirizzate a Corte dei conti ed Osservatorio nazionale sui rifiuti. Occorreranno almeno due mesi per poter ottenere i nulla osta. Credo che per i primi mesi dell’anno riusciremo a trovare una sintesi”.

D’Alessio che invita Festa fare marcia indietro rispetto alla sua proposta di una società autonoma – pubblico e privata -à per la raccolta dei rifiuti in città: “Se la legge gli consente di andare in Sad è libero di farlo. Fino all’ultimo cercheremo una sintesi virtuosa a beneficio di tutti i cittadini”.