Arti in campo contro la pandemia, Fontanarosa rilancia

0
717

Rafforzare la rete di relazioni che è l’anima di ogni comunità e che solo può salvare dall’indifferenza e dalla solitudine che caratterizzano questo tempo di emergenza. E’ l’idea da cui nasce “Anti-Pa, arti contro la pandemia”, la rassegna promossa dal Comune di Fontanarosa, guidato da Giuseppe Pescatore, in collaborazione con il Forum Giovani e la Pro Loco “La Fonte”, nel rispetto delle norme anti-Covid. “Anti-pa, arti contro la pandemia” è un festival pop online, nato a dicembre 2020. Una scommessa, concretizzatasi attraverso decine di episodi, tutti con un’altissima partecipazione “da remoto”.
Nel mese di agosto Antipa torna per un’edizione live, con quindici appuntamenti, dalle serate di “cinema sotto le stelle” (“Smallfoot” e “Yesterday”) al teatro con “Gli innamorati di Goldoni” della Compagnia “La Fermata”, quiz letterari e cinematografici, incontri con scrittori, studiosi e collettivi letterari, con la partecipazione di Licia Troisi, Giuliano Giuffrida, Lercio, Bartolomeo Guarino, Enrica Leone, Francesco Teselli, Pasquale Gallicchio, Roberta De Tomi e Dario Nisivoccia, docenti universitari come Adolfo Fattori, Lorenzo Di Paola, Francesca Sensini, speaker radiofonici come Caterina “Cat” Corsi di Radiofreccia e attori come Angelo Orlando, escursioni fotografiche ed enogastronomiche e tanto altro ancora.
“Oggi – sottolineano dall’amministrazione comunale – siamo leggermente meno spaventati e meno distanti, sempre attenti, ma più ottimisti. Questo ciclo di incontri vuole segnare un piccolo ma fondamentale passo verso la normalità e ricordarci di quanto la cultura, dal cinema al teatro, dalla letteratura al fumetto, dalla musica alla fotografia, sia la nostra immancabile, potentissima ancora di salvezza contro i “mostri”, sotto qualunque forma essi appaiano”.