Tutto è pronto per “TuttoPizza 2019”

0
2118

Iniziato il conto alla rovescia per l’inaugurazionedella tre giorni diTuttoPizza. Il salone internazionale dedicato agli operatori professionali del settore a cura della Squisito Eventi, in programma a Napoli dal 20 al 22 maggio negli spazi della Mostra d’Oltremare. La conferenza di presentazione della manifestazione avrà luogo lunedì 20 maggio alle ore 11 nei padiglioni della Mostra in viale Kennedy. A seguire subito dopo, alle ore 12, il convegno “Il mestiere del pizzaiuolo e la nuova formazione” con l’intervento dell’assessore regionale alla formazione, Chiara Marciani. In programma in questa edizione anche il trofeo per pizzaiuoli “Tuttopizza”, unica competizione in Italia a squadre con una sezione per pizze senza glutine e la II edizione della “Convention del Pizzaiuolo”, in cui i principali maestri italiani si confronteranno sui temi più attuali che riguardano il settore e la Caputo Cup che mira a diffondere il disciplinare del piatto più famoso al mondo.

Il Presidente dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani Sergio Miccù ha dichiarato che: – Tuttopizza è un sogno che non solo si è realizzato ma continua. La IV edizione della fiera b2b di settore rappresenta una vittoria per l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani che mi onoro di presiedere. Il successo di Tuttopizza è racchiuso non solo nella diversificazione dell’offerta fieristica ma anche nella possibilità, da parte degli operatori professionali, di partecipare direttamente a numerosi eventi: gare, prove di abilità, corsi di formazione professionale, di aggiornamento, seminari e masterclass sulla pizza. Tuttopizza rappresenta, dunque, un’occasione unica di aggiornamento e di scambio di esperienze grazie alla presenza di maestri “pizzaiuoli” e consentendo di apprendere inoltre tutte le novità del settore proposte dalle aziende espositrici. A sua volta ha aggiunto Raffaele Biglietto, Direttore di TuttoPizza che oggi: –“Il mondo della pizzeria è in grande evoluzione e presenta una notevole potenzialità in termini di crescita economica. Nei prossimi anni, poi, si prevede che proseguirà in maniera significativa l’aumento dei consumi fuori casa, con una incidenza del 40% del segmento “pizza”. Oggi, stiamo assistendo ad un processo di trasformazione della pizzeria, da bottega ad azienda anche di alta qualità, accompagnato da uno sviluppo del marketing che ha dato un ulteriore notevole impulso alla crescita. Ciò è stato favorito anche dal fatto che la pizzeria è un segmento molto trasversale della ristorazione, in quanto riesce a soddisfare i gusti e le tasche più diverse, dalla low cost a quella gourmet. E’ giusto ricordare come questo settore vanti circa 150mila addetti in Italia con un giro d’affari di 12 miliardi di euro qui e di almeno oltre 60 nel mondo”