Ruotolo: mi sono iscritto al Pd, mai più la Campania delle tessere gonfiate

0
328

Si entra sul sito, si inseriscono i dati anagrafici, ci si iscrive. L’effetto Schlein c’è, perché a pochi giorni dalla sua elezione a segretaria nazionale del Partito democratici, già sono stati superati i nuovi quattromila tesserati. Una linea diretta, personale, senza mediazioni, e la partecipazione democratica sembra essere assicurata.

Anche Sandro Ruotolo, l’ex senatore che si è impegnato come portavoce campano della mozione Schlein, lo ha fatto e si è iscritto al partito. L’unica tessera che aveva in tasca, nei suoi anni di giornalista, era quella dell’Anpi. Un’emozione, ha detto, anche per quest’aria di cambiamento che si respira in Campania «dove bisogna mettere alle spalle il partito delle tessere gonfiate e dei pacchetti di voti.

La politica deve tornare ad essere impegno e passione. Abbiamo bisogno di ricostruire la sinistra e il fronte democratico per poter essere oggi opposizione credibile e autorevole al governo della destra e domani forza di governo. Ho incontrato tanta gente – ha detto- che non aveva votato alle ultime elezioni politiche e che non aveva rinnovato l’iscrizione al Pd. Hanno votato per Elly. Chiedo a loro di prendere la tessera del Pd e di costruire tutti insieme una società più giusta. Oggi è un buon giorno per tutti noi”.