12.8 C
Avellino
martedì 13 Aprile 21
Home Avellino Una nuova dimensione enogastronomica in Città, “Casairpinia”

Una nuova dimensione enogastronomica in Città, “Casairpinia”

0
1608

E’ con grande piacere che accogliamo la richiesta di divulazione della collega Antonella Russoniello è grandissimo piacere contribuire all’Irpinia che fa, sopratutto quando a fare sono i giovani irpini. I giovani di questa start-up è che combinare punto vendita fisico temporaneo (in via Matteotti) con e-commerce. Tenuto conto dell’impossibilità di fare degustazioni per le norme anti-Covid, hanno deciso di raccontare i prodotti attraverso gli stessi produttori e perché no, suggerimenti per impiegarli al meglio nell’imminente pranzo di Natale! Progetto, questo che vede il coinvolgimento di tantissimi giovani, quindi il “futuro dell’Irpinia”. Un servizio di cultura enogastronomica  a servizio della Comunità irpina ma anche Universale, attraverso la tecnologia non più sconosciuta, grazie al momento storico ci accomuna. Ecco in che consiste l’idea di “Casairpina.com”.

 

“Casairpinia.com” invita i produttori; una serie di incontri presso il temporary store di Avellino per ascoltare le storie delle aziende e il racconto dei loro prodotti e conoscere meglio il “Made in Irpinia”

 

A pochi giorni dalla sua apertura, il punto vendita fisico della startup innovativa Casairpinia,com è già stato visitato (nel pieno rispetto delle norme Anticovid) da tantissime persone, che lo hanno scelto per i propri regali di Natale e per arricchire di sapore le tavole delle ormai prossime festività.
A partire da oggi Casairpinia “rilancia” con una serie di incontri con i produttori irpini, che saranno ospiti nel punto vendita fisico, per parlare dei loro prodotti e suggerire abbinamenti e utilizzi di essi in gustose ricette.

Ecco le prime date fissate: 17 dicembre, Birra Parthenya; 20 dicembre, Carmasciando formaggi; 21 dicembre, Garofalo Torroni; 22 dicembre, Oleificio Basso; 27 dicembre, Birrificio Serrocroce; 28 dicembre Moera, azienda agricola biologica, 30 dicembre, Pasta Graziano; 4 gennaio, azienda Montone; 11 gennaio azienda vinicola Pepe. Il calendario è in continuo aggiornamento, si può seguire anche sulla pagina Facebook Casairpinia

Creato da Irpiniamood di Alessandro Graziano in sinergia con Ettore Palmisano, social media strategist e logistica, e Luigi Iavarone, selezione prodotti e aziende, questo team di giovani ha già posto le premesse per una storia di successo. Sia accedendo al sito, sia visitando il punto vendita fisico, che sarà aperto solo fino al 10 gennaio, in tanti hanno potuto far giungere in dono, senza spese di spedizione, i prodotti preferiti agli amici residenti in altre regioni o ai familiari e conterranei che non potranno tornare a casa in virtù delle restrizioni dovute alla pandemia.

“Siamo veramente entusiasti dei risultati che stiamo ottenendo in così poco tempo – spiegano Graziano, Palmisano e Iavarone – in primo luogo per aver creato una vetrina per tanti produttori irpini di qualità, per aver offerto un servizio alla cittadinanza per ordinare e inviare i doni online in sicurezza e con spedizione gratuita e per aver creato una realtà che sta dando e darà un’opportunità ai giovani di restare qui, lavorando con il territorio e per il territorio, in uno spirito di educazione alla crescita personale e professionale continua che per noi è il requisito più importante. Dopo un’esperienza devastante come la pandemia, infatti, si deve capire che i paradigmi sono cambiati e che i valori saranno la benzina per l’impresa di domani: sostenibilità, amore per il territorio, desiderio di farlo crescere e voglia di riscatto sono gli ingredienti della nostra ricetta, una ricetta che il pubblico sta mostrando di apprezzare”.

Gli allestimenti sono stati curati da Mara Borghese. Per saperne di più su casairpinia.com si può visitare il sito dove è già possibile effettuare gli ordini per l’e-commerce e così inviare i sapori irpini agli amici e parenti che non potranno muoversi per tornare a casa a causa delle restrizioni anti-covid.